Le bone, i brutti e i cattivi

“Bella spo!
Qui er K.D.S. dopo avere invaso sp.

Gira che te rigira me ritrovo cor sentimentale a conquistare sp, beccamo due che stavano a fa er focherello, famo tipo na contrattazione lampo, praticamente strillo dar finestrino 20€atuttedduevevabene? annuiscono e zompano su al volo, manco l’anonima sequestri c’aveva Continua a leggere Le bone, i brutti e i cattivi

Le amare riflessioni sulle donne dello Straniero

“Ce stanno momenti della vita che si ripetono..ci sono scene che giá hai vissuto e te ne accorgi mentre lo rivivi..in questo caso il momento che si ripete é quello della confusione..del caos interiore che me fa sentì sempre più sociopatico e problematico..ma questi so altri cazzi…mentre la scena che si ripete é qualcosa di magico..di involontario ma pieno di significato..anni fa avevo acchiappato na turbofregna separata da poco con tanta voglia di scopare..purtroppo le donne hanno di vizio che se anche vogliono solo scopare e te lo dicono pure che non vogliono cose serie..poi se comportano in modo che ce credi..e si sa..noi mignottari..la cosa che ci fotte é il bisogno d’affetto e il crederci che na donna te po da affetto..ma non é così …l’amore non esiste!esiste solo la passione!finita quella pure l’amore se leva dal cazzo!..comunque la scena che si é ripetuta è questa..dopo che questa me la sono scopata in tutti i modi possibili ..me fa perdere tempo tra la strada per andare da lei..e il farmela annusare..me manda in bianco..nessun problema..ci può stare..alla fine mica possono avere voglia 365 giorni l’anno…m’han detto…quindi uscendo da casa sua mi dirigo dalla prima negra..cosciente del fatto che il primo amore..ovvero pagare per sborrare non si scorda mai..e mi schioppo la negra alla faccia di quella che non ho mai più visto e sentito…ecco la scena é questa..e si ripete..me fa andare a casa sua pensa che stronzo gli ho portato pure il gelato..che poi lo volevo usà per altro..ma questo è n’altro discorso..e dopo 2 ore che me la fa annusà..nun me la da..io non le capisco ste cose..avevamo già scopato e direi pure bene.spo..é stato automatico..10 minuti ero già co lili a pecora e il pollicione nel culo..perché come disse er furgonaro..a roma se usa così..lili è ciaina e vale come una negra per strada..si sa..le negre hanno la fregna chimica..le cinesi la fiatella asiatica ..che pochi ne ha stecchiti..comunque lili é appena tornata dalla cina é mignotta dentro..una de quelle che ama fare il suo lavoro..infatti è una delle rare ciaina pulita profumata e caruccia.fa dei pompini da paura con amore ..n’anno che non mi vedeva..come me vede me zompa addosso mi abbraccia e non me molla più..o vedi spò..le mignotte hanno na marcia in più..non solo perché lo prendono in culo più veloce..ma te danno pure un abbraccio sincero che le no pay non ti danno..e quindi come l’altra volta..si ripete che per chiudere na cosa..non so manco come chiamarla..il cuore te riporta a mignotte!a spò o voglio di ai ragazzi più giovani..non ve fate fottere da ste fregnemunite che non pagate..perché il conto ve lo presentano dopo e salato..non ve credete che una donna é la vostra metà..che può essere il vostro riferimento..che può essere il vostro tutto o che ne so..tutto ciò di bello che avete..quelle cose accannatele…ciò che farà svuotare la capoccia dai pensieri..che vi farà sentire anche se per pochi minuti coccolati..o che vi farà stare in pace col mondo e le palle vuote..lo troverete solo in una banconota da venti!perché alla fine..l’importante ciò che conta nella vita …è sborrare…eh si…come ha detto la cantante nel gruppo telegram..so n’omo frivolo..metto il sesso davanti l’amore..ma se esci da casa de una che ti ha mandato in bianco e senza dirti niente senza ragionarci ti trovi a mignotte..sai che per quanti bei discorsi..che per quante scuse troverà..lei ti voleva accannare..aveva già n’altro pronto da scoparsi..se già non se l’era scopato..e tu sai in cuor tuo che hai vinto..perché si sa..non c’é sconfitta nel cuore di chi sborra!!!!ve saluto..il vostro M.R. aka lo straniero..”

Festa della donna alternativa

“Il nome d’ arte credo di non essermelo dato nel primo racconto e non me lo do neanche adesso perché non mi interessa.
Festa della donna di qualche anno fa , col male di vivere nel cuore fisso appuntamento serale Co una che avevo puntato su un sito da tempo e non c’ero mai andato .
Arrivo , solita manfrina del civico sbagliato col tipo dall’ altra parte della strada che le dà al telefono l’ ok e finalmente salgo a casa di questa : italiana tatuata Co due tette non grandi ma sode e reattive .
L’ ambiente è Abbastanza squallido , vestiti buttati ovunque , robe da lavare ovunque , puzza di chiuso , odore di morte .
Decido di andare a pisciare, torno e mi dice che siccome ho pisciato non mi farà la pompa Cabrio concordata .
Non mi va di stare a discutere , le dico ok , penso che starò bello sicuro che la cappella non cambierà colore qualche settimana dopo e le specifico che non voglio cose violente sadomaso presenti nell’ annuncio .
Mi dice ok , mi incappuccia e parte la pompa col cazzo che non si alza neanche con la gru .
A quel punto mi piazza la tetta sinistra in bocca e praticamente per me è un calcio di rigore a porta vuota : Il cazzo fino ad allora assente mentale ingiustificato , si alza all’ istante .
La tipa si complimenta più volte sul modo in cui mi dedico al seno , cosa che mi son sentito dire anche da “non-troie” ( perlomeno sul passaporto ) mentre nel giro di qualche minuto il cazzo invia al cervello lo stimolo di eiaculare ( funziona al contrario ).
La tipa mi mostra sorridente il capezzolo diventato tipo chewin gum big bubbles e mi dice che pensa le rimarrà così fino a domani .
Saluto , pago , esco tornando a mischiarmi tra la folla con la morte nel cuore .”

Rischio e pericolo tra puffi e pappagallone (1YA)

“Bella Spó, non ce l’ho er soprannome ma vojo che me lo date voi dopo sta storia che ve sto pe raccontà.
Era un sabato sera qualunque e stavo con un amichetto, erano le 4 de notte e dopo esse andati a ballà a testaccio ancora non eravamo sazi e cosi decidemmo Continua a leggere Rischio e pericolo tra puffi e pappagallone (1YA)

Er Tipo d’Appartamento ar 55c de Ponte di Nona

“Bella spo’, è nbotto che nun te scrivo! So er tipo d’appartamento e ce lo sai perché! Mo però me sa che ho esaggerato, perché i soldi scarseggiano e me sa devo tornà pe strada, come quella volta che ho caricato una de fronte all’IP delle negre: io co le negre non ci vado per la legge Continua a leggere Er Tipo d’Appartamento ar 55c de Ponte di Nona

I pensieri in libertà der Tenebra (1YA)

“Caro Spò,
sto su a tazza der cesso e ‘nvece de famme na pippa ho finarmente deciso de scrivete.
Me chiamano er Tenebra, perché rido poco. Nun ciò problemi eh, solo che me stanno tutti npo’ sur cazzo e co sto monno de merda nun me piace da ride a buffo.
Te scrivo ‘caro’ perché a confidenza me Continua a leggere I pensieri in libertà der Tenebra (1YA)

Togliatti – Pontina – Lavinio e ritorno. Ar mare cor Nobbile (1YA)

“Pazzesco Spó, so ER NOBBILE e dopo un periodo de deggenza riecchime qua. Purtroppo era nboato che non frequentavo le donzelle de strada e quindi nun c’avevo popo ncazzo da raccontatte.
Finalmente ieri sera passo a pija er fiamma (quello che c’ha la fiatella de bieta) e er buccia (quello co la pelle screpolata) e se damo alla pazza gioia dopo na marea de tempo.
Pe torna alle origini me so spinto Continua a leggere Togliatti – Pontina – Lavinio e ritorno. Ar mare cor Nobbile (1YA)

Er Diplomatico, er Frappa, Julio Baptista e la ruota (1YA)

“Bella spo’ so nuovo te seguo sempre e me so detto perché non raccontaje na storia dee mie….
Allora me presento so er diplomatico me chiamano così perché c’ho sempre er naso zozzo de bianco come quanno te magni n’diplomatico… na sera io e er fratellino mio de mille avventure notturne detto Continua a leggere Er Diplomatico, er Frappa, Julio Baptista e la ruota (1YA)