Questione di centimetri con Bianca sulla Nettunense

“La vita è ‘na questione di centimetri. E’ dai tempi di Al Pacino in ogni maledetta domenica che c’hanno indottrinato sta cosa.
In fondo chi, di noi, anche solo pe’ fa bella figura, non avrebbe voluto un 3-4 centimetri de cazzo in più, pure soltanto per poterlo dire. E penso che pure tra le donne, ce sarebbe chi avrebbe voluto qualche centimetro in più o in meno, tra altezza o tra le varie circonferenze. Continua a leggere Questione di centimetri con Bianca sulla Nettunense

Perestroja e Er Professore annoiati alla festa

Er Professore racconta
Mi stavo davvero annoiando a quella festa… gente che ballava e rideva come dei coglioni, eccitati per della musica banale e quel minimo di alcol nelle vene da mandare su di giri solo gente come questa che beve quell’unico giorno a settimana per scaricare una routine più banale di quella musica.
Non è colpa mia se mi sono ritrovato qui, seguendo il mio amico che ogni tanto ha questi colpi di genio… o è solo la giustificazione che sto dando a me stesso per non sentirmi come loro? Continua a leggere Perestroja e Er Professore annoiati alla festa

Perestroja alla difficile scoperta di Nerkiamsk

“Caro Spo’,
sono tempi difficili per tutti, sia per i clienti che per noi lavoratrici dell’Amore.
Ti scrivo da casa, in Romania, perché stare a Roma per ora non è conveniente e non ci sono occasioni per esercitare la mia amata professione come prima di questa brutta situazione.
Vorrei raccontarti un episodio accaduto l’anno scorso, quando ancora si poteva lavorare per bene.
Continua a leggere Perestroja alla difficile scoperta di Nerkiamsk

Da Nettunense a Valle Caia, il safari con Maria

“Ebbene sì Spò, dobbiamo aggiungere una tacca all’esperienza mignottara der sottoscritto.
Ho scopato de giorno. Me so reso conto che nun l’avevo mai fatto.
E’ stata n’esperienza divertente, non c’è che dire. Chiaramente me so’ dovuto spostà da Nettunense a Santa Palomba, ma grazie pure a qualche dritta sulle vie da percorrere, me so’ levato sto sfizio. Continua a leggere Da Nettunense a Valle Caia, il safari con Maria

Sofia su Via Nettunense per scacciare la noia

“Ho un grosso problema con la noia.
E pure andare a zoccole sto periodo è un appagamento parziale, incompleto, anche questa meravigliosa pratica ha perso quel senso di libertà intrinseca che aveva. Perché alla fine, vuoi o non vuoi, sto cazzo di virus maledetto ci è entrato dentro l’anima anche se non c’è scritto “Positivo” sull’esito del tampone. Continua a leggere Sofia su Via Nettunense per scacciare la noia

Er Metallaro tra donne, Covid e chiusure

“Erano svariati mesi che non ci ricapitavo, molte lunghe settimane erano trascorse dal mio ultimo abbraccio con l’amore mercenario e quella che io chiamo “professionalità al servizio dell’eiaculazione”. C’erano stati tanti impicci di mezzo, iniziando dal fatto che mi stavo quasi per fidanzare con una mezza matta, psicopatica ma adorabile, conscia che mi dividevo tra altre due amiche di letto ma comunque possessiva e tendente all’esclusiva. Continua a leggere Er Metallaro tra donne, Covid e chiusure

I romantici ricordi di Horiboto sulle strade di Roma

“Quando frequentavo di più il meriticcio avevo le mie tattiche e le mie zone preferite.
Non sono mai stato un amante del laghetto, come della Tiberina. Benche meno della polense. Ho fatto le ossa sulle stradali fuori Roma. L’asse attrezzato a Frosinone tra le fabbriche fu il primo campo di battaglia. Le mignotte all’epoca erano nigeriane e albanesi. Le albanesi più avvenenti. Continua a leggere I romantici ricordi di Horiboto sulle strade di Roma

La prostituzione ai tempi del Covid-19

“Improvvisamente eravamo tutti stati catapultati nel contatto con se stessi e la propria ristretta cerchia familiare o addirittura nella cruda solitudine.
Tutti si capiva quali fossero le cose davvero importanti nella vita.
Era aprile.
Le cose “essenziali” a detta di Peppino Conte, quelle che erano autorizzate ad andare avanti nonostante la pandemia, riguardavano cibo medicinali e pochissimo altro. Continua a leggere La prostituzione ai tempi del Covid-19