Er Nobbile è Pornato (carrozzelle sulla Casilina)

“Pazzesco Spó so ER NOBBILE.
M’avevate dato pe sparito, in realtá non so mai andato via, sto anno de aviaria non ha fatto altro che aumentà la mia voja de tuberi bagnati.
Te voio raccontà della mia festa delle donne. Me pareva giusto anna a mignotte quella sera pe festeggialle ar meio.
Erano mesi che girava voce che sulla casilina altezza centro riparazioni ford ce stavano 2 zoccole in carrozzella.
A me sta cosa me faceva addrizzà er frenulo der cazzo.
D’altronde Spó esattamente come sul fantamorto, se scommetti su una che sta in sedia a rotelle te becchi er bonus 4×4 e fidate, non esiste miglior scopatore d’azzardo de me.
Lascio quella zoccola de mi moie a casa e parto co na 500 ibrida de merda da casa. Ancora non sapevo che stavo a firma na condanna a morte.
Le macchine elettriche Spó so na sola, come le asiatiche.
Te immaggini chissá che e poi se je sbori in gola non ruttano subito dopo.
Insomma partimo co na nuova formazione: io, Splinter Cell, Penis e Minky.
Arivamo ar casilino e ce stavano ste due che manco so come cazzo se chiamano, ma stavano tutte e 2 sulla carrozzella.
Una mora, co n’alopecia che in confronto mi nonno c’ha più peli sulle palle e una roscia co la rasata de lato e na carpa tatuata sotto alla rasata.
A Spó, sarà che io vado a pesca da quando so regazzino, sarà che e carpe me stanno sur cazzo, sarà che dicono che se te nculi 3 rosce diventi immortale… insomma ho scerto lei.
Questa a na certa se arza dalla sedia. A faccia mia è stata come quando sarvini se trova un serbo davanti: ce so rimasto come ncoione.
Devi sapè Spó che io nella vita mia me occupo de Marketing.
Quella è stata na mossa de Marketing pazzesca. Ste du ciriole hanno fatto finta de sta in carrozzella pe attirá i malati de fregna mutilata come noi.
Ormai stai là, che fai? A 500 c’aveva ancora 50km de autonomia, de certo non potevo accannà pe anna a mignotte sulla braccianese.
Pio sta roscia de merda e me mbuco dentro na stradina dopo er centro commerciale, vicino la stazione der treno.
Volume 2Fai conto che je mancava ndente, se er cazzo mio era piatto come nbijetto dell’atac moo vidimava e se passava er controllore me ciucciava er cazzo.
Lì per lì me pija na fantasia Spó: visto che poteva camminà e non era n’invalida, j’ho chiesto de famme nballetto cor palo dell’enel.
C’aveva nbucio de culo che avrei accettato pure de famme scureggià nbocca.
Na pizza tira l’altra: finimo per terra sur brecciolino che er freddo m’ha fatto rientrá er cazzo pe fammelo usci dar culo e la scopo nell’ano in modo famelico.
C’avevo na voja de puzzà de merda che me se portava.
So venuto così velocemente che se passavano e guardie pensavano che je stavo a regalá na mimosa.
Me tolgo er condom, o lego, o butto dentro a stazione e tornamo.
Ner frattempo pure l’altri s’erano imboscati TUTTI E 3 co la mora alopeciata, l’avevano sdrumata, camminava come er dottor aus.
Tempo de annusacce le mani a vicenda che rimboccamo in macchina, pe quanto se semo svotati l’autonomia daa 500 è diventata de 100km, pesavamo come nbambino der biafra.
Ma quanto è bella l’amicizia se legata alla fregna Spó?

Ricordateve sempre der NOBBILE.
E ricordateve che tutte le vorte che trombate, ER NOBBILE veglia su de voi.

AMERD”

Carrozzellatece:

views
291