Er Pluridecorato e la ricerca di un nuovo stile di vita

“Bella spo, so er pluridecorato. In questi giorni non t’ho scritto perchè me stavo a impegnà na cifra co qualche vacca conosciuta in giro, ho battuto 4/5 numeri de telefono e me dicevo “me devo allontanà da sto stile de vita”. Invece spo gnente aho, quanno esci co ste donne che guardano che stile de vita je porteresti (specie le non romane, quelle che stanno in affitto in stanza doppia e guardano quanto te ponno scroccà. In assoluto le napoletane e le casertane so le più vacche demmerda, le nigeriane hanno più dignità de voi porcodio), te passa la voja, nun è che che cercano n cristiano da voleje bene, o vonno un risvoltinato palestrato cor cervello de n fjo de bossi che poi le tratta demmerda e vanno in giro a piagne “ah l’omini so tutti brutti e cattivi” o quelle che te chiedono 730 e che cazzo de lavoro fai perchè se devono sistemà.
Esci co e milf, quelle almeno vonno solo scopà, ma so sempre n impegno, si magari sei te che se te le scopi bene e le tratti n modo distaccato je scrocchi qualcosa (una me voleva portà a santorini a spese sue, ma nun ero ancora pronto a fa er trojo spo), ma so sempre n impegno e se pe sbajo se invaghiscono se accollano come equitalia sui poracci.
Alla fine spò io me sento tranquillo solo quanno a sera vado a trovà n par d’amiche, ma n par d’amiche davero, zoccole che nun me scopo, ce sta una spo che me porta pure a casa sua pe chiacchierà e porco dio spò me sta a senti. Me sento a mio agio quanno me fermo a qualche bar o posto degradato a beve quarcosa mentre guardo er via vai de nullafacenti, tossici, puttane e puttanieri. Si spò perchè alla fine questo nun è er mio disagio, ma so sempre n disagiato che sta mejo tra disagiati e la sera girando magari me se rizza pure l’uccello e me viè voja de scopà. Si spo, perchè le donne me ncominciano a fa tarmente schifo che manco me viè più voja de scopà.
Volume 2Comunque una la voja de scopà me la fa veni, è la mia cita di fiducia, che coi suoi modi de fa me fa drizzà er cazzo co e bandierine e le trombette. Pe 15 euro ormai abbiamo la mezzoretta, 20 euro l’oretta e la devo sfondare, perchè m’ha scelto come suo preferito e me inebria d’affetto e puzza de frizione bruciata. Puzza cosi tanto che sembra davero che ho bruciato a frizione e devo apri tutti i finestrini quanno torno. L’ultima volta dopo che l’ho sfonnata mezzora de fila sboro e me fa “ancora duro, rimette in figa tu scopare me”. Quanno sè smosciato “fa dita, mette due dita”. Ah le negre, se nun ce fossero toccherebbe scopasse le scimmie.
Ora spo sto in giro pe lavoro ma nun me posso ferma qua sulla prenestina dove vedo tanti culetti neri che attendono solo er deca e er cazzo che se le scopa, mentre me le spizzo me immagino quer frocio demmerda de tiziano ferro co a canzone sua “le sere nere”, ma io me la immagino personalizzata: le negreeeeee, eheeeeee, perchè nel tempo, mai nessuno capirààààà.
Bella spo, sboralmente e disagiatamente tuo. Er pluridecorato”

views
12