Er Pluridecorato e i 20 euro falsi

“Bella spo so er pluridecorato, oggi quanno alla cassa m’hanno dato er resto de 20 euro falsi mè venuto in mente n flescebecche.
Stavo ad annà a casa, metto sti venti euro de gasolio e er benzinaio quasi me vole parti de capoccia, me dice che je stavo a da sordi falsi e me li rimette n mano. C’aveva raggione porcoddio, annavo de corsa ar supermercato e nun me ne so accorto. Pago cor bancomat e mentre le tenebre m’abbracciano me dirigo su a tojatti pensieroso che me rodeva er culo. 20 euro falsi, e mo? E mò quinni da bravi cojoni annamo a rifilalli a qualche troja su a tojatti che so più attente loro dei banchieri che maneggeno i sordi no?
Forse era più facile dà na sola a n’ napoletano o ad inculasse na sora in chiesa impunemente facendolo passare pe la volontà der porco deddio, ma io a 30 anni ero carico de sborra, energie e tanta volontà. Ce provo co parecchie e poche quella sera trattavano pe 20, erano bei tempi quelli, la crisi era appena iniziata. Alla fine cosi me carico a prima che appena je metto er ventello incriminato n mano quasi me corca e la riporto al posto suo.
Volume 2Alla fine spò o sai ndo vado? Non so se te ricordi ma tanti anni fa davanti al parco alla prima entrata venendo dalla prenestina, ce stavano due barili de zingarelle e na romena over 40 piccola e magrolina. Beh spo a piccoletta acconsente e te dirò deppiu, nun solo non m’ha tanato, ma me la sono inculata senza pietà a pecora su na panchina del parco pe 20 euro, ma proprio a schiaffeggià er culo e a trivellalla che er giorno dopo sarà annata a fa le gare co Zanardi. Alla fine se comincia a senti tanta de quella puzza demmerda che me sbrigo a sborrare, me pulisco alla meglio e scappo prima che se ne accorga.
Immaginavo a romena che realizzava de essese fatta spaccare er culo pe 20 euro falsi e che poi a casa se buttava nella doccia a piagne come ace ventura quanno scopriva de essese baciato co n’omo.
Sboralmente tuo, er tuo pluridecorato malandrino.”

views
8