Er KDS ar bordello de lusso in difficoltà ma vittorioso

“Bella spo!
Dall’altro lato del mezzo telematico un ridondante K.D.S.

Me so reso conto che quando sto da solo so male accompagnato.

Ieri sera me imbriaco malamente, dicono che ho tipo devastato mezzo quartiere, non me ricordo un cazzo, l’unico barlume de coscienza ce l’ho avuto sdraiato sopra un marciapiede, verso le sei de mattina.
Vabbè, tornando a oggi me sveglio magicamente in mutande dentro al letto de casa mia.
Scrocchia me chiede se me fanno male le costole, dice che me so tuffato da no sgabello, dice pure j’ho menato, lui è andato in bianco, io sinceramente non me ricordo ma me pareva de ave sborato pay per le strade dell’ammore, ma non ero sicurissimo, fatto sta che piamo na grande decisione che già stava nell’aria da parecchio. Me armo de zaino, mutande de ricambio, le prime du cose che trovo da metteme addosso, occhiale da sole e decido de anna ar bordello senza manco levamme le caccole dall’occhi, me volevo fa la doccia la.

M’ariva questa e se chiamava Bruna, che vojo di… Te lo sei pure scelto…
Vabbè…
Brasiliana, culo da 15kg a chiappa, morbido ma non floscio, tettine piccoline ricamate da un tatuaggio che ne seguiva le forme dal fianco fino allo sterno. De faccia era un po’bruttina, ma vojo di… Chi cazzo so io pe esprimere un parere estetico negativo…
Faccio colazione con un gin tonic e arrivo in camera co sta ragazzetta, me faccio la doccia, me butto sur letto e er cazzo pareva na lumaca ciancicata… Niente, non armavo, questa me va de bocca, diventa er classico moscione ballonzolante, me se mette sopra, smorzacandela reverse, non potevo chiede de mejo, vede quelle chiappone che facevano sali e scendi sul cazzo come a volerselo divorare era qualcosa de paradisiaco, anche se l’amichetto mio continuava a non intostasse del tutto, me la metto a pecora ma complici i ventisettemila pacchetti de sigarette che m’ero fumato a sera prima vado in deficit d’ossigeno alla quarta fucilata, malgrado tutto resisto, me evolvo in Roberto “Baffo” da Crema solo che invece de pia a pizze er tavolo davo cinquine sur culo de questa, più che altro erano tipo mezze carezze date bonariamente su quel cazziporto ndo c’avevo ormeggiato er cazzo, a ogni botta de reni rallentavo e arrancavo, m’accasciavo su me stesso con un respiro lento, rantolante e discontinuo, parevo un cancelletto de fero arugginito che cigola e sbatte.
Stavo indecorosamente più in difficoltà de un ragazzino che se piscia sotto in classe er primo giorno de scola.
Lei, poraccia, pe damme conforto provava pure a geme un po’, ma era meno credibile delle tempistiche de percorrenza sur raccordo.
Non resisto più.

Moro.
Volume 2Me sdraio lasciandome cadè con innaturale grazia suina, rimbalzo e finisco a quattro de spade co un fiatone che manco te lo dico, tra botte de catarro e respiri affannati er cazzo ancora c’aveva qualche parvenza de vita, ma poca roba.
E in quel momento la pora Bruna m’ha fatto la magia…De colpo me leva er preservativo e comincia na pompa cabrio de Cristo co risucchio e sbavata, ma co n’arroganza, n’enfasi e na foga che pareva che non vedeva un cazzo dai tempi der pleistocene, me se mette cor culo in petto, tipo 69, co na mano se comincia a sgrilletta, poi me pia la mia e se la ficca de blocco in fregna, due dita è il giusto compromesso, me la tiene per il polso e la usa a mo’di dildo a velocità supersonica, a quel punto er cazzo “se trasforma in un cazzo missile tra circuito e mille valvole co la cappella che è un supplì” (semi cit.).
Confuso e sbalordito da st’evoluzione rocambolesca me fa sbora de arroganza a fucilate in trachea, alla fine s’è messa a struscia la cappella sui capezzoli.
Magica Bruna!
Me rifaccio la doccia me metto e mutande pulite e me ne vado, quelle che c’ero partito me le so scordate la…
Comunque;
belle e tossiche, belle e negre, belle e scopate urbane in mezzo ai cassonetti, belle e pompe pe na manciata de spicci e bello tutto er meretricio low cost… Però nce ncazzo da fa…Er bordello de lusso regna sovrano e incontrastato nell’Olimpo della prostituzione!

Un obliato saluto da er K.D.S.

P.s. bentornato a casa Veleno.”

views
14