Er Boss de Craiova e la scatola nera

“Bella spo che dici ?? So er boss de craiova.. so tornato finalmente!
Io tutto ok, so sincero è tanto che non vado a troie però sta tranquillo, non me so fidanzato eh, a scopa gratis non se ne parla. È proprio un fatto de principio.
Dopo mesi de digiuno te volevo racconta l’ultima avventura che m’e’ capitata. Dopo un periodo di preparazione al puttan tour a base di pippe e scoregge nella mia camera da letto parto direzione sesso pay. Ore ed ore ad adocchiare la rumena del mio cuore e la trovo in Roxana, togliattina ventenne che ancora non parla italiano. Andiamo a casa sua e facciamo l’amore, termino la mia prestazione in 3 secondi e 4 millesimi, io so l’Usain Bolt della sborrata.
La riaccompagno e me ne vado continuando a girare tra Marconi, colombo, Eur e Togliatti sperando in qualche passaggio a casa ricambiato in bocchini. Torno a casa a notte fonda vado a dormire rilassato e col cazzo ai 4 formaggi.
Volume 2Il giorno dopo scopro un fattaccio, che la macchina dei miei, che ho usato pe anna a troie, c’ha er GPS co la scatola nera. Vabbe spo, quando stavo a parla coi miei a casa m’e preso n’infarto, me so sentito gela’.
Pe fortuna m’hanno fatto vede er tragitto che feci er giorno dopo e no quello del giorno prima. Io me fingevo interessato ma dentro de me stavo a prega’ in tutte le lingue der mondo. Per ora è annata bene, spero.
Vabbe che mi madre piscia dar ginocchio ma mi padre secondo me è uno der mestiere, mesa che qualche succhia e sputi se l’è fatto fa in passato. Poesse che c’ha stima nei miei confronti e non me vole infanga’ all’occhi de mamma mia. Comunque sta tecnologia ce sta a uccide, c’aveva ragione Provenzano a scrive i pizzini.”

Tragittatece:

views
246