Doink spiazzato dalla cinese fuori dall’Italia

“Ciao Spo, è l’anno del porco, tanti auguri a me e a dio. Ho lasciato l’Italia da un po’ ma la passione per i massaggi cinesi non mi ha mai abbandonato, la ricerca di queste donne sostanzialmente normali ma tanto zozze mi appartiene.
La differenza tra l’Italia e il posto dove mi trovo è che qui oltre alla laboriosa sega finale, qui le cinesine parlano e i centri non puzzano de riso con carne di pechinese. Comunque da romantico me so affezionato a una vicino casa, una sui 40 bellina e gentile che co 30 euro fisse ti fa massaggino, sega da manuale e ciucciata de tette grosse (si, cinese atipica) senza chiedere, a volte non profumano di rosa e bergamotto, ma che cazzo me ne frega. Dopo una decina di incontri in un annetto semo diventati amici, mi parla del suo marito local che è un coglione e che se ne vuole tornare a casa, pora stella.
Io non ho mai chiesto altro perché ste cinesi so strane e non voglio rischiare che mi ammazzano, sta il fatto che una volta me prende e mi chiede se avevo un preservativo perché voleva scopare. Io so rimasto spiazzato tipo Pagliuca a ogni rigore subito nella sua carriera (mortacci quanto era scarso) ma non avevo condom con me e lei mi ha detto che avremmo risolto la volta dopo.
Volume 2Me so riaffacciato al centro massaggi col cazzo a ferro dopo 3 giorni e ti dico che allo stesso prezzo mi sono fatto una delle più grandi chiavate della storia, viva la Cina, i buchi stretti e la Madonna di Pompei.
Quasi quasi la prossima volta faccio all in e je chiedo de fa senza cappuccio…te faccio sapé
Doink the Clown”

Massaggiatece:

views
90