I Signori della Togliatti: Furgonaro (seconda parte)

[link alla prima parte]

Qualcuno diceva che una santa può cadere nel fango mentre una prostituta può salire alla luce, ma entrambe sono donne e non possono essere oneste.
Secondo te che differenze o che tratti in comune ci sono tra donne a pagamento e donne non a pagamento? Che rapporto hai o hai avuto con queste ultime?
A me le generalizzazioni non piacciono, ce so prostitute oneste e donne comuni disoneste cosi come il contrario. Le prostitute non sono aliene per il lavoro che fanno, sono fatte di sogni, desideri e sentimenti come le altre persone, hanno “solamente” congelato la loro sfera sessuale e l’hanno riposta in uno stanzino, questo, a me da osservatore fa pensare che crei malfunzionamenti nella sfera affettiva a chi più e a chi meno, certe cose le possono capire sicuramente più altre donne, e io nun so né n’antropologo né un sociologo, guido er camion io. Sul mio rapporto con le donne NON a pagamento… direi che ho problemi a sentirmi allo stesso livello di una donna che potrebbe interessarmi, la vedo o superiore o inferiore e raramente mi centro, probabilmente deriva dalla mia paura di mettermi in gioco. Per il resto ovviamente mi sento insicuro perché il livello di accettazione di me stesso è ancora basso ma ci sto lavorando.

In un tuo racconto parli di un Negro che colto da uno sprazzo di genialità si era messo a vendere profilattici, trucchi e salviettine. Lo hai più trovato?
Chiunque vada a fare un giro notturno su viale Marconi può imbattersi in questo ingegnoso amico dalla pelle di ebano, basta aguzzare l’occhio e avere giusto un pizzico di fortuna. Anche a Santa Palomba ce ne sono, e passano anche a preparare i fuochi da accendere nelle fredde notti invernali.

Secondo te in una relazione, andare a mignotte è da considerarsi tradimento?
Questa è una domanda molto interessante a cui non credo di riuscire a dare una risposta univoca, sicuramente l’idea di relazione esclusiva con un solo partner è un qualcosa di tremendamente legato alla proprietà privata e all’attaccamento piuttosto che all’amore, ma è altrettanto vero che quando hai quella passione dentro vorresti che l’altra persona pensi all’intimità solo in relazione a te. Quanto questo sia naturale o quanto sia dovuto al condizionamento datoci dalla società è dura da capire, cosi com’è dura capire quanto il sesso sia centrale nella relazione che si sta vivendo.

Bukowski diceva: “Ospedali, galere e puttane: sono queste le università della vita. Io ho preso parecchie lauree. Chiamatemi dottore.” In cosa pensi di poter essere chiamato “dottore” oltre alle puttane? Hai altre passioni o hobby?
Ovviamente ho altre passioni e hobby. Mi piace la meccanica, adoro andare in bicicletta e fare trekking (anche senza cercare le negre per campi), mi piace coltivare l’orto e passare il tempo a guardare le dinamiche nelle colonie feline. Da buon italiano amo il calcio, tifo la Roma e alleno una squadra di calciotto. Penso che potrei definirmi dottore come fuochista alle grigliate e come conducente trasportatore, poi altre cose che non scrivo qui sennò me conviene firmà direttamente tutto co nome e cognome.

Poche cose sono certe e continuative nella storia dell’umanità come l’andare a puttane. Secondo te perché?
Secondo me perché è assolutamente necessario che esista una valvola di sfogo per fuggire almeno un po’ dalle sovrastrutture religiose e sociali da sempre esistite e che trovano oggi forma nelle leggi dello stato, atte a contenere in certi argini la natura barbarica dell essere umano. Tommaso D’Aquino nel medioevo diceva che la prostituzione è come l’impianto fognario di un palazzo, non ci piace e non vorremmo che passasse nelle nostre stanze, ma è assolutamente necessario per non aver casa invasa dai liquami. Finché non esisterà una parità tra i generi e un’abolizione della chiesa e dello stato, con l’accettazione dell’amore libero, la prostituzione sarà assolutamente necessaria.

C’è stata una cosa più porca, trasgressiva e inusuale che sei riuscito a fare o a farti fare da una mignotta?
Io so amante delle cose semplici, nun capisco ste passioni pe i piedi, i gomiti e quant’altro, so tradizionalista io, bocca e figa. Al massimo na volta ho leccato la gnagna de na tettona davanti ar dubai cafe sulla tiburtina perché stavo ‘mbriaco come Gaiscogne, e na volta una rumena matta ha tentato de famme na pippa coi piedi ma c’aveva la destrezza de Delli Carri der Piacenza, pe chi se lo ricorda…

A mignotte ci sei andato solo in italia? Se la risposta è no, che differenze hai notato tra l’italia e l’estero?
Viaggio poco e scopo ancora meno. A puttane solo in italia.

Ti sei mai detto “ora basta , a mignotte non ci vado più”?
Si mi è capitato quando ho preso qualche sola ma sono consapevole del fatto che un comportamento cosi radicato ha bisogno di un percorso spirituale per essere estirpato alla radice, altrimenti si è solo astinenti e si sta male.

Che musica ascolti prima, durante o dopo ?
Radio Dolcissima, Dimensione Suono Due o della drum’n bass da club inglese, in ordine sparso e casuale.

Le mignotte conoscono Spotted Togliatti? Gliene hai parlato? Cosa ne pensano?
Ne ho parlato con cristina e non ci ha capito quasi un cazzo ma ha detto “sei proprio uno scemino amò” ma comunque che se je porta clienti lei è contenta; Irina ha capito bene e non ha espresso giudizio, queste basta che pensano ai soldi, m’ha detto “non pensare che se mi fai pubblicità ti faccio bocca senza preservativo a meno di 30!”

Il tuo Orientamento politico ce lo vuoi dire?
Penso che la mia posizione traspaia dalle risposte che ho dato, comunque ho idee anticapitaliste, e non credo in nessuna istituzione perché la storia me insegna che i miglioramenti sociali e lavorativi la gente li ha sempre e solo guadagnati mettendosi in una posizione di conflitto pesante con lo stato, anche dal punto di vista militare all’occorrenza.

Volume 2Cosa ti senti di dire o consigliare dall’alto della tua esperienza a qualcuno che si sta affacciando per la prima volta al mondo delle mignotte?
Consiglio vivamente di andare in giro con i soldi già spicciati, un pezzo da 20, uno da 10 e due da 5, portarsi l’amuchina gel per le mani, niente oggetti preziosi come bracciali orologi e catenine, e de mette le foderine sui sedili se ce tiene alla macchina. Consiglio inoltre de nun spende mai più de 20 euro, 30 (se è proprio una figa) perché tanto la scopata meccanica pe svotasse le palle quello rimane, e di non perdere di vista la propria affettività ed il rispetto per se stessi. Ma soprattutto, di contrattare sempre sul prezzo e su ogni cosa, dalla possibilità de scoprì er seno a quella de smucinà nelle mutande, fino alla posizione der coito.

Come sarebbe oggi Furgonaro, se all’età di 16 anni, quel giorno, suo padre non gli avesse dato le chiavi dello scooter e se non fosse diventato un mignottaro?
E chi puo dirlo… forse mi sarei aggrappato a qualche relazione malata e adesso sarei un panciuto trentenne sposato con figli, forse senza sta valvola de sfogo avrei fatto qualche grosso casino, io con la mia rabbia ancestrale. O magari avrei lottato di più, sarei uscito fuori da me stesso, fatto più vita sociale, magari avrei trovato una compagna a me congeniale. Boh. Non rimpango nulla e non ho rimorsi. È andata così, purtroppo o per fortuna.

Hai individuato una prossima eventuale preda?
No come già detto io quando vedo una che mi attira vado subito in goal. Mi faccio guidare dal mio istinto atavico e primordiale. Comunque ultimamente so attirato dalle strade che portano al mare da Roma sud come pontina ardeatina e nettunense.

C’è una domanda che volevi che ti facessi e non l’ ho fatta?
Chiedimi qual è il mio personaggio preferito di Spotted Togliatti
Qual è il tuo personaggio preferito di Spotted Togliatti?
FANGO MANNITOLO.  E’ la via, la verità e la vita. Il maestro e il padre di ogni mignottaro dalla barriera de Roma sud fino a Settebagni.

Lasciaci con un tuo slogan, un tuo motto di vita
Se ognuno di noi portasse la propria croce in piazza, tornerebbe a casa con quella. Ma si fermerebbe prima a rumene.

Furgonatece:

views
17