Er Pluridecorato da Ostia all’autolavaggio

“Bella spo so er pluridecorato.
Oggi mentre annavo verso ostia c’ho avuto un flescbec e te vojo raccontà der periodo che stavo in fissa co la puzza de merda e quinni annavo solo co troie che se facevano inculà co e palle che je sbattevano sulle chiappe. In quer periodo spò ne avevo provate parecchie e a parte Micol, la specialista der culo dell’albero de santa palomba (ormai ero cosi affezionados e lei desperados che 20 euro pompa cabrio e inculata co l’alabarda spaziale ner culo era un must) ero sempre alla ricerca de novità. Devi sapè che ero n vero professionista, me portavo tutto, asciugamano, lubrificante, preservativi che me gustavano, c’avevo er kit completo der perfetto ravanatore de culi.
N giorno che tornavo mbriaco come na zampogna da torvaianica incrocio na meteora poco dopo i trans a ostia: so quelle zoccole pe caso, che le trovi na settimana e poi mai più; questa simpatica ragazza che manco a dillo apposta non me ricordo er nome tanto stavo lercio, c’aveva na mensola ar posto da mandibola e me dicevo “questa se mo succhia troppo forte je rimangono i cojoni incastrati in bocca”, però c’aveva n culo spo che fermate. Infatti appena caricata in macchina a patto che se facesse incula me rivelò du cose che me fomentavano na cifra: a prima è che era appassionata de fitness e te confermo che era n culo sodo come mai paccati in vita mia, la seconna è che je piaceva pjallo ar culo. Me dicevo “porcoddio ma chi t’ha mannato, finalmente una che je piace pjallo ar culo senza che a devi sta a pregà”. Io però stavo senza er kit dell’inculatore e senza asciugamano. Sai qual è stato er problema spò? E’ che je piaceva davvero e pure troppo, cosi ma so messa a pecora sur sedile lato passeggero e l’ho inculata senza pietà pe almeno n quarto d’ora bono e la sentivo però a n certo punto che me diceva “No fermo un attimo, spetta, ti prego”, ma io non me so fermato quanno per a n certo punto ho sentito umidità… M’ha annaffiato de piscio tutta la macchina… Aveva perso er controllo e stava tarmente a gode che sè pisciata addosso. Li per li me so detto “che schifo mortacci sua”. Ma poi m’è salito er pacciani supersayan livello 4 e me so fomentato cosi l’ho inculata altri 10 minuti boni e jò sborato sulla schiena e pure n po sur sedile.
L’ho riaccompagnata al lungomare de ostia ndo l’ho trovata e er giorno dopo so annato a lavà la macchina. Quello me guardava schifato e io je faccio “non me di n cazzo, tiè. Jo messo sta piotta n mano e so annato a scopamme na cinese li vicino a torre maura ndo stavo a lavà a maghina.
Sborralmente tuo, er pluridecorato”

views
6