Fango – Trofeo der Mignottaro

“Spo , so fango. Qui procede bene , le serate passano romantiche tra na scimmia a pecora e na fumata de bottija. Ho speso no scudo in 4 giorni e so sicuro de esseme piato na malatia strana quando l’altra sera me so fatto stappa er sotto palla da na mezza negra sfigurata dall’ acido. Qui e’ tutto piu’ bello , co 10 euri fai na fregata a pelle come se comanna co pieno incorporato. Momento de giustezza quando so sceso dar mezzo volante , stavo lercio come n salsero co le creste de gallo ar culo alle 6 de matina ar caruso causa birra gratis sul volo in zona economica che pareva er cotral pe passo corese er lunedi matina co l’abre magic ar sabor de cipolla e cazzi ricottati. Arivo a san paolo e er degrado detector me chiama. Me nfilo ner primo taxi pe niente regolare che trovo e glie dico , portame do s’annava a intrippa adriano. Nse capimo , glie faccio er segno universale , 50 arrotolati e mimo bocchino , du parole e capisce Trans e merce. Manco sceso dall’ aereo me so ritrovato dentro casa de una a sao camilo , na favelas spo’ che non consiglio a nessuno. Entro dentro sto tugurio e ce trovo indovina npo? nber napoletano de categoria. Se presenta bene , dice de sta li da n’anno e me mette davanti du grammi de merce de ncolore giallaccio. A spo’ do na frusta de sta roba e moro. Me so risvejato dopo n’ora co questo che se inculava a pelle un gorilla cor cazzo grosso come na bottiglia de nepi. me guarda e co fare spocchioso lo estrae e schizza sur muro , ormai marone , er muro da schizzata lo chiamava lui.
Volume 2Me rendo conto de ave’ dato na botta de merce e robba , manco un kalvin klein , stavo pe mori’ e sentivo che da li a breve me se sarebbero magnati. L’ansia stile puma allo spioncino ar laurentino me se magnava e volevo scappa in albergo. Nun sapevo come fa , stavo senza xanax , e m’ero gia’ svomato addosso. Pio un regazzino , che so i peggio e glie dico “policia policia mafia” . er regaqzzino fa nfischio escono du brutti cor machete e er fero , me mettono su na machina e me portano in centrale. So state du ore brutte co le guardie che m’avevano messo 10 grammi de zucchero in tasca e volevano na piotta spiccia pe lasciamme andà. Pago la truffa , sporco e nudo me avvio verso l’appartamento , visto manco 10 minuti. Primo giorno , so ancora vivo . ancora vivo..”

Policiatece:

views
9

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.