L’ammucchiata de NCC

“A Spo’, lo so, so novo der giro (nun è vero che é da anni che je sto ma non tó mai voluto scrive). Ho storie davero clamorose da potette dì, ma probabilmente non lo farò mai (a fra te giuro alcune so over solo a dille). Una storia però te a vorei da dì.
Era una notte fredda de inverno, io tornavo a casa dopo na seratona e becco una che aveva chiaramente staccato e voleva no strappo a casa. Chissala n’cula e via.
Poi però ripenso a tutta la mia vita. Ho fatto davero cose brutte sopratutto ae donne.
Ce ripenso e le vado ad accompagnà. Me so detto che stavorta dovevo fa l’essere umano. Solo dopo scopro che n’verità erano tre piskelle, ma shalla, ormai me l’ero imposto.
Volume 2Arrivato a destinazione, le saluto, ma loro se impuntano che dovevano ripagare er favore. A Spó io ce provo a esse na persona migliore, ma so buono, non stupido.
Morale dea favola: ogni volta che passo sur loro posto de lavoro, me guardano e me sorrideno sempre. Chissà se anche per loro quea sera è stata memorabile come pe me. Cor ricordo de quell’ammucchiata, te saluto.
Sboralmente tuo, NCC”

Ammucchiatece:

views
132